Casinò licenziamenti ed abbandoni

Passengers play roulette at the casino aboard the British cruise liner RMS Queen Mary 2 on June 27, 2017 as it sails in the Atlantic ocean during The Bridge 2017, a transatlantic race between the Queen Mary 2 and the world's fastest Ultim trimarans from Saint-Nazaire to New-York City. "The Bridge 2017" is a 3,152-mile (5,837 km) race between the British cruise liner RMS Queen Mary 2 and four trimarans, from Saint-Nazaire to New-York City. / AFP PHOTO / LOIC VENANCE (Photo credit should read LOIC VENANCE/AFP via Getty Images)

A partire dallo scorso anno alcune figure all’interno del Casinò di Lugano sono state licenziate ed altre hanno gettato la spugna, a breve l’incontro con il sindacato OCST. In questo periodo così particolare i siti online sono stati presi d’assalto dai giocatori per continuare a giocare. Il sito www.zetcasino.info è pronto ad accogliervi con un ottimo bonus di benvenuto.

Sotto i riflettori Gianmaria Frapolli ed il casinò che lui gestisce a Lugano, interesse dimostrato sia dall’opinione pubblica che dai sindacati e media. All’interno della casa da gioco la situazione è precipitata da ottobre 2020 appena entrato in carica il nuovo amministratore delegato.

Il caos non sarebbe limitato ai salari, tagli ed ambiente ma anche ai licenziamenti dei manager.

Licenziamenti continui e malattie professionali

Già nel primo mese che risale ad ottobre lascia il suo posto nel settore tecnico il responsabile, a dicembre lo segue la responsabile delle risorse umane. Questo per il 2020 ma i licenziamenti proseguono anche nel 2021. Nell’area informatica a gennaio congedo del sostituto responsabile, a febbraio interessata l’area della concezione sociale e antiriciclaggio nella persona del responsabile.

L’elenco si amplia a marzo quando viene licenziato anche il responsabile marketing. Dopo solo due mesi di lavoro nel mese di aprile si dimette il responsabile informatico e sempre nello stesso periodo abbandona anche il responsabile marketing online.

Oltre ai licenziamenti e le dimissioni entra in ballo anche la malattia. Parliamo del responsabile del settore slot machine che resta a casa per problemi psicologici insorti a seguito delle pressioni subite dai piani alti. C’è da precisare che il settore da lui gestito ha raggiunto degli eccezionali risultati visto che gli 80% degli incassi del Casinò diventando un settore trainante.

Cosa succede, serve chiarezza

Sicuramente con tutte queste figure uscite di scena sicuramente la situazione non si può considerare positiva e c’è bisogno di chiarezza. In arrivo l’intervento del sindacato OCST che ha dichiarato pubblicamente di voler chiarire questa situazione.

Purtoppo non si parla solo di licenziamenti di responsabili ma anche di semplici dipendenti e soprattutto il tutto è avvenuto in un periodo di pandemia e di chiusura del locale. Voci di corridoio asseriscono che tutti i licenziamenti sono opera della vice direttrice e responsabile finanziaria Yulija Goncharuk.

Bisogna ora far luce su questi licenziamenti ed il presidente del consiglio di amministrazione Emanuele Stauffer si trincea dietro ad un no comment. Troppo facile e poco professionale ma ha comunque detto che a mezzo comunicato stampa renderanno note le loro azioni.

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*